Patologie più comuni

Le informazioni riportate in questa pagina sono solo indicative; per qualsiasi patologia della vostra testuggine è opportuno consultare un veterinario.

La prima regola per curare una tartaruga malata è di porla in un ambiente riscaldato a circa 25-30°C, per mantenere elevato il metabolismo e le difese immunitarie.

Approfondite informazioni sulle patologie più comuni delle testuggini li trovate sui siti:

http://membres.lycos.fr/testudo/tortuemalade.html (in francese)
Testudo hermanni site (in italiano)
 

Un elenco dei principali medicinali da utilizzare per la cura delle testuggini e la relativa posologia li trovate sul sito http://membres.lycos.fr/testudo/posologies.html

Per interventi di primo soccorso leggete sul sito Reptilia l'articolo"Interventi di primo soccorso" .

Lesioni della pelle o della corazza. Se sono superficiali e localizzate, pulitele e disinfettatele spesso.
Potete utilizzare soluzione Betadine 1%, mercurocromo, tintura di iodio o acqua ossigenata.
Molti consigliano di non utilizzare i comuni disinfettanti contenenti alcool, benzoxonio e benzalconio. 
Eventualmente coprite la ferita con una garza.
Se la ferita è profonda o diffusa o se appaiono segni di infezione (pus, odore, …) rivolgetevi al vostro veterinario.

Morsi di topi e ratti. I topi e i ratti sono tra i peggiori nemici delle tartarughe e le possono attaccare anche nel periodo del letargo. Pulite le ferite e disinfettatele con Betadine. Consultate un veterinario che valuterà se somministrare un antibiotico. Consultate anche il sito http://membres.lycos.fr/testudo/tortueblessee.html 


Lesioni provocate da un maschio durante l'accoppiamento


Ferite alle zampe provocate da morsi di topo (fotografia gentilmente concessa da Graziella)


Lesioni provocate da un cane


Il carapace deformato di una tartaruga allevata con carne e formaggio (fotografia gentilmente concessa da R.)

Fratture della corazza. Immobilizzate i margini della frattura e rivolgetevi immediatamente al veterinario.
Trovate una sequenza fotografica della riparazione di un carapace su http://sebtronics.tripod.com/turtle/index.htm

Rammollimento del piastrone e del carapace. È dovuto ad una dieta povera di calcio e vitamina D o alla mancata esposizione ai raggi solari.
Cercate pertanto di variare un po' la dieta e seguite i consigli riportati nella sezione alimentazione

Alterazione o perdite di squame. Può essere dovuta ad una dieta povera, alla mancanza di sole o ad infezioni batteriche.
Disinfettate la zona, integrate la dieta con alimenti ricchi di calcio e vitamine.
Approfondimenti sul sito Testudo hermanni site

Deformazione del carapace. Può essere dovuto ad una dieta troppo ricca di proteine animali.  Evitate di somministrare carne, formaggi e crocchette per cani e gatti e seguite i consigli riportati nella sezione alimentazione
Approfondimenti sul sito: Testudo hermanni site

Raffreddamento e problemi respiratori. Possono essere dovuti a una temperatura ambientale inadatta.
Si manifestano con scolo nasale e lacrimale, inappetenza e scarsa vivacità.
Tenete l'animale in un ambiente con temperatura ottimale.
Il raffreddamento può degenerare in polmonite.
Consultate il vostro veterinario.
 

Herpes. In questi ultimi anni questa malattia si è purtroppo diffusa sempre più anche in Italia.
E' di origine virale e presenta sintomi simili a quelli della polmonite.
E' difficilmente curabile e spesso letale.
 

Stomatite: il principale sintomo della stomatite è una patina giallastra che ricopre la bocca, causando  inappetenza.
 

Congiuntivite. Può essere dovuta a polvere che provoca un’infiammazione della palpebra.
Effettuate lavaggi con acqua tiepida.
 

Parassitosi. Tra le più frequenti patologie che colpiscono le testuggini vi è l'infezione da parassiti, che provoca l'indebolimento della testuggine, inappetenza e scarsa vivacità e può portare anche alla morte dell'esemplare. 
Un ulteriore rischio per tartarughe ferite è rappresentato dalle mosche carnarie che possono deporre uova in ferite dell’animale. In tal caso disinfettate con cura la zona e rimuovete gli insetti.
Mantenete pulite e disinfettate le ferite per evitare questi problemi.
 

Diarrea. Può essere dovuta all’ingestione di frutta acerba o agrumi.

Ritenzione di uova. Se una femmina non depone le uova, smette di mangiare e appare debole potrebbe soffrire di ritenzione di uova.
Contattare il vostro veterinario.

Ostruzioni intestinali:  Può essere dovuta ad un'alimentazione non corretta o ad un'ingestione accidentale di corpi estranei. Si manifesta con inappetenza e scarsa deambulazione.
Contattare il vostro veterinario.
 

Epatite: è spesso dovuta ad un'alimentazione troppo ricca di proteine; può portare alla morte dell'esemplare in 48 ore dalla comparsa dei sintomi.